LA CIVILTA' DEI FENICI

TEMPO: DAL 1200 a. C. AL 627 a. C. (anno in cui la Fenicia fu conquistata dagli Assiri)

  la parola "Fenicio" significa rosso porpora.

LUOGO: I Fenici provenivano dal Golfo Persico, precisamente dalla regione Fenicia, che oggi corrisponde al Libano. Il territorio era una lunga striscia di terra stretta tra le montagne e il mare. Sulle montagne crescevano boschi di cedri e pini marittimi.

ORGANIZZAZIONE SOCIALE: La regione dei Fenici era divisa in città stato; ciascuna città era governata da un re, assistito da un consiglio degli anziani. Le principali città erano: Sidone, Tiro, Biblo e Berito.

ABITAZIONE: Le abitazioni dei Fenici erano costruite con mattoni d’argilla ricoperti da uno spesso strato d’intonaco che le rendevano impermeabili ed inattaccabili dagli agenti atmosferici; i pavimenti, le pareti e i soffitti erano completamente rivestiti con argilla cruda e pressata. Sul cortile si affacciavano le stanze, che generalmente erano: un ingresso, una cucina di modeste dimensioni, una saletta da bagno e un paio di locali nei quali era possibile dormire.

ALIMENTAZIONE: Nel territorio dei Fenici abbondavano: grano, orzo, legumi, olio d’oliva. Mangiavano anche frutta e carne insaporita con il sale: il sale a quei tempi, era molto prezioso perchè manteneva a lungo i cibi.

ABBIGLIAMENTO: Le donne e gli uomini, indossavano un ampio telo rettangolare, avvolto intorno al corpo e che si annodava sotto la spalla.

RELIGIONE: ERANO POLITEISTI. La loro divinità principale era chiamata El che significa "dio supremo", creatore di tutte le creature. Baal era il dio guerriero del vento e della pioggia e Anat, la dea della violenza e della guerra.

LAVORO: In un primo tempo i Fenici si occuparono solo di agricoltura, ma i terreni coltivabili della Fenicia non erano sufficienti per sfamare la popolazione, quindi cercarono altre risorse; sfruttarono il mare:  si dedicarono alla pesca e  al commercio marittimo. Fondarono colonie sulle coste del Mediterraneo. Con il legno dei cedri costruivano navi per il trasporto delle merci e navi da guerra.

Essi furono grandi produttori di lana, che tingevano con la porpora estratta da una conchiglia chiamata murice.

TECNOLOGIA: Una grande invenzione fu l’ancora, ma la più importante in assoluto fu l’alfabeto composto da 22 segni che rappresentavano le consonanti fenicie, in seguito i Greci inserirono le vocali.

TRASPORTI: I Fenici si spostavano con delle navi costruite con legno di cedro. Divennero abili navigatori e furono i primi nell'antichità a navigare in mare aperto, lontano dalle coste. Si orientavano osservando le costellazioni e la Stella Polare.